Il testamento: ecco qual’è la forma più semplice

Il testamento rappresenta l’unico strumento per poter disporre dei propri beni dopo la morte.

E’ un atto personale e non può essere redatto da terzi o da un rappresentante.

 

Il nostro ordinamento giuridico prevede tre forme di testamento:

-testamento olografo,

-testamento pubblico,

-testamento segreto.

 

Il testamento olografo è la forma più semplice, deve contenere la volontà del testatore senza dover rispettare schemi o formule.

Per prepararlo è necessario scrivere di proprio pugno le ultime volontà su un foglio qualunque, datarle e sottoscriverle.

Per essere valido è necessario che:

– il testamento sia scritto di pugno dal testatore cioè non deve contenere parti scritte a computer, a macchina o da altre persone;

– contenga l’indicazione del giorno, del mese e dell’anno di redazione. E’ importante la data in quanto consente, in presenza di più testamenti, di stabilire quale sia l’ultimo e quindi quale sia il più efficace. Inoltre fornisce un riferimento preciso utile nel caso sia messa in discussione la capacità di intendere e di volere del testatore;

– ci sia la firma al termine delle deposizioni, quindi è necessario che sia presente la sottoscrizione.

Ecco come depositarlo:

E’ possibile conservare il testamento a propria cura senza dare comunicazione ad alcuno.

Molti testatori, però , preferiscono affidarlo ad una persona di propria fiducia o depositarlo presso un Notaio.

 

Il testamento pubblico prevede la presenza di un Notaio.

Per redigerlo, è necessario che vi presieda ,oltre il Notaio che metterà per iscritto le volontà dichiarate, anche di due testimoni.

I testimoni devono avere dei requisiti, quali:

– non essere interessati all’atto;

– non essere parenti del notaio o del testatore;

– essere maggiorenni;

– essere in grado di sottoscrivere l’atto;

– essere cittadini italiani;

– non essere ciechi,sordi o muti.

 

Il testamento infine deve indicare il luogo e la data del ricevimento, l’ora della sottoscrizione ed essere sottoscritto dal Notaio, dal testatore, dai testimoni.

Verrà conservato dal Notaio e mostrato a terzi solo alla morte del testatore.

 

Il testamento segreto è un tipo di disposizione poco frequente.

E’ un atto di cui il Notaio e i testimoni ignorano il contenuto; viene consegnato dal testatore già sigillato.

Il testamento può essere scritto interamente di pugno dal testatore, ma è valido anche se scritto da terzi o a macchina purché firmato in ogni mezzo foglio.

E’ valido anche se non reca alcuna data.

Per non essere nullo, deve avere la sottoscrizione sia del testatore che del Notaio; può essere ritirato in ogni momento dal testatore.

Lascia un commento

Chiudi il menu